Tour sull' Arco Alpino ...
:: HOME - VIAGGI :: WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Tour del Monte Rosa: al cospetto di Sua Altezza


Livello 4

Il Tour del Monte Rosa, conosciuto come TMR, è il panoramico itinerario che si sviluppa intorno alla regina delle catene montuose d’Europa, toccando le più suggestive località delle sue vallate, sia italiane sia svizzere, con un percorso circolare. Questa antica via di transito era in gran parte utilizzata dalle popolazioni Walser per gli scambi commerciali tra le combe. Ripeterne l’anello è come calarsi in una storia ancestrale che ricostruisce l’antropologia umana alla ricerca delle tradizioni: dall’armonia gastronomica con l’ambiente montano, severo e in equilibrio, alle grandi feste d’alta quota. Questo viaggio mostra la territorialità delle vallate e la relativa etnografia, in ambienti naturali quantomai vari al cospetto dei giganti. Boschi di larici e di abeti si alternano a pascoli d’alta quota in vista di ghiacciai e seraccate, e a villaggi che di poco superano i mille metri di quota al cospetto degli immensi quattromila. È quindi comprensibile perché questo anello sia noto già da secoli: fu ripetuto da un pioniere dell'alpinismo, lo scienziato svizzero Horace Benedict de Saussure, nel lontano 1789, l’artefice degli eventi che portarono alla prima salita del tetto d’Europa. La guida Luca Colli che “di mestiere fa il sognatore”, da anni solca questi sentieri, in allenamento per le sue spedizioni extraeuropee in tutti i continenti, dal Monte Rosa all’Everest, e ne conosce ogni frammento. Non resta che indossare i propri scarponi e seguirlo ripercorrendo i passi dei primi grandi esploratori appassionati.

Date di Partenza:
20 Luglio,
24 Agosto
Costo del Servizio:
€ 1.250
ISCRIZIONE:   € 30 (pratiche ufficio Kailas)

 

 
LA QUOTA COMPRENDE:
Accompagnamento da parte della Guida Kailas, accompagnamento da parte di Guida Alpina nel tratto su ghiacciaio, pernottamenti in rifugio con mezza pensione e in hotel b&b.
 
 
LA QUOTA NON COMPRENDE:
Trasferimento in Alagna, pranzi al sacco, cene nei giorni b&b e quanto sopra non specificato. Possibilità di noleggiare in loco ramponi.
 
PERCHE' CON KAILAS
Si tratta di un’esperienza indimenticabile al cospetto del massiccio più grande delle Alpi. Un vero viaggio storico, culturale, geografico, alpinistico e interiore. Passo dopo passo, scopriremo la natura, il paesaggio, la storia locale …e persino un po’ di noi stessi. Ci muoveremo in un piccolo gruppo di appassionati preparati, potendo godere di una grande cavalcata con momenti di assoluto isolamento.
* Siamo pronti a gestire la logistica con le tende nel caso i decreti non permettano di dormire in rifugio.

 
SCOPRI DI PIU'
TIPOLOGIA: Viaggio con trekking itineranti e ascensioni escursionistiche ad alta quota, alcune delle quali di stampo alpinistico.
GUIDE: Luca Colli, Guida AMM Maestro di Escursionismo del Collegio Guide Alpine Lombardia + Guida Alpina UIAGM per il tratto su ghiacciaio.
GRUPPO: Partenza programmata con gruppo di minimo 6 partecipanti e massimo 12.
PERNOTTAMENTO: Hotel e rifugi.
 
INFORMAZIONI GENERALI:
VIAGGIO di LIVELLO 4 (vedi legenda nell’appendice al programma). Viaggio con trekking itineranti e ascensioni escursionistiche ad alta quota, alcune delle quali di stampo alpinistico.

A causa della continua evoluzione normativa riguardante le restrizioni legate all’emergenza sanitaria causata dal COVID 19 potrebbero essere attuate delle modifiche nella fruizione dei servizi in quanto dovremo adeguarci alle normative di sicurezza che verranno varate e comunicate appena disponibili, provvederemo comunque a contattarti per valutare insieme le possibili modifiche.

Per ulteriori informazioni riguardo l’itinerario, le difficoltà e le attrezzature necessarie e per le prenotazioni è possibile contattare direttamente la guida Luca Colli (tel. 349.8644017, mail: lucacolli@kailas.it)

La Guida Kailas è a disposizione per mettere in contatto persone che partono dalla medesima zona per ottimizzare le auto ed abbassare il costo di trasferimento.


 
ITINERARIO IN BREVE:
G1 Da Alagna (1191 m) a Macugnaga (1327 m). Ritrovo nell’alto Piemonte ad Alagna Valsesia (1191 m ore 9.00) e partenza per il trekking. La tappa ha inizio in direzione del Rifugio Pastore (1575 m) con la salita nel Parco Naturale dell'Alta Valsesia verso il Passo del Turlo (2738 m) con il comodo sentiero che venne realizzato dagli Alpini del battaglione Intra. Ascoltiamo le storie di sacrificio e senso del dovere di questi straordinari soldati di montagna e al colle possiamo ammirare i loro nomi incisi nella roccia. Il Parco è ricco di fauna ...

G2 Da Macugnaga (1327 m) a Saas Fee (1798 m). Il risveglio tra le montagne è piacevole, ci troviamo in uno dei borghi con la più antica storia alpinistica; il secondo giorno di questa indimenticabile avventura ha inizio in direzione della Svizzera. Dopo la lauta colazione in albergo, ci scaldiamo salendo all'Alpe Bill (1700 m), splendido balcone a vista sul Monte Rosa e continuiamo fino al Rifugio Oberto (2796 m). Dalla costruzione raggiungiamo brevemente il Passo del Monte Moro (2868 m), il magnifico culmine di tappa, dove la linea spartiacque segna il confine italo-elvetico, identificato da una statua dorata della Madonna. ...

G3 Da Saas Fee (1798 m) a Grachen (1620 m). Dopo aver affrontato due tappe intense è il momento di recuperare un poco le forze con il sentiero del terzo giorno che non implica grandi dislivelli. Ci gustiamo una buona colazione in albergo, raduniamo i materiali e da Saas Fee saliamo ai 2329 m di Lammugrabe, per poi perdere quota e risalire a Rote Biel. Il percorso gradatamente prosegue in discesa sino a Grachen, un grazioso villaggio che ricorda la tipica montagna archetipica alla Heidi, e sorge su un ampio balcone naturale che si affaccia sulla valle del Cervino. ...

G4 Da Grachen (1620 m) a Europahutte (2220 m). Con le gambe riposate dal percorso piacevole e rilassante del giorno prima, sotto l’egida del Weisshorn, continuiamo sul nostro cammino con una lieve salita che presto s’impenna conducendo ai 2600 m del Galemberg, il punto più alto di questa tappa. Si procede quindi in discesa sino ad arrivare al Rifugio Europahutte (2220 m). Il panorama è dominato dall'imponenza delle Pennine che si mostrano maestose; ...

G5 Da Europahutte (2220 m) a Zermatt (1616 m). La tappa del quinto procede ancora sul sentiero Europaweg. Di buon mattino lasciamo il Rifugio Europahutte e in pochi minuti incrociamo il tracciato che sale da Randa e raggiunge il Rifugio Domhutte (1890 m), conosciuto per essere la base di partenza per la lunga e bellissima salita al celebre Dom (4545 m) una delle suggestive 82 cime che superano i 4000 m in Europa. Il percorso è caratterizzato dall'alternarsi di tratti rocciosi, corsi d'acqua e pietraie; ...

G6 Da Zermatt (1616 m) al Colle del Teodulo (3317 m). La tappa del sesto giorno è la più elevata e la più tecnica dell’intero percorso. Da Zermatt, risaliamo la valle del Furggbach e raggiungiamo il Rifugio Gandegghutte (3029 m) che domina un tratto della Mattertal, la comba vero cuore delle Pennine nel Vallese. La traversata continua quindi nell'unico tratto di ghiacciaio dell'intero TMR per guadagnare il Colle del Teodulo (3317 m) che rappresenta il confine tra la Svizzera e l'Italia. Questo luogo è uno dei più conosciuti dell’intero arco alpino: frequentato dagli sciatori d’inverno e dagli alpinisti che mirano ai Breithorn e agli altri classici 4000 del Rosa d’estate, al cospetto del Cervino, “il più nobile Scoglio d’Europa”. ...

G7 Dal Colle del Teodulo (3317 m) a Resy (2066 m). Ci svegliamo al cospetto di alcune tra le più importanti montagne del mondo, a oltre 3300 m, in un rifugio che sa di storia e profuma di ottima colazione; siamo pronti per continuare il nostro viaggio. Il percorso continua interamente in territorio italiano e in discesa, contornati a 360° da un paesaggio davvero suggestivo, caratterizzato dai numerosi laghetti alpini dalle tinte fredde e particolarmente intense, dal turchese al verde. Proseguiamo con la salita al Colle Superiore delle Cime Bianche (2982 m) e, imboccato il vallone di Courtod, scendiamo nella Val d'Ayas fino a Fiery e a St. Jacques, due piccole frazioni vicine alla rinomata Champoluc. La tappa ha termine con la salita a Resy, uno dei più antichi e conosciuti villaggi alpini d’occidente, ...

G8 Da Resy (2066 m) al Rifugio Gabiet (2375 m). Un’altra fresca mattina destandoci in un rifugio alpino ci carica di energia e così allegri iniziamo la tappa dell’ottavo giorno salendo al Colle di Bettaforca (2727 m) che consente il passaggio nella Valle di Gressoney. Il panorama è particolarmente aperto con la vista sui 4000 del massiccio del Monte Rosa e su altre vette minori. Questo passo permetterebbe l’accesso al tradizionale rifugio Quintino Sella al Felik, base per la classica salita al Castore; sulle tracce della storia valichiamo il colle e proseguiamo invece dritti sul percorso che scende verso Gressoney, ...

G9 Dal Rifugio Gabiet (2375 m) ad Alagna (1191 m). L’ultimo giorno di traversata ha inizio con un po’ di tristezza nel cuore, dopo le tante meraviglie viste in questo splendido trekking. Il percorso inizia al Rifugio Gabiet e prevede un tratto tra i più estesi dell'intero TMR. Saliamo verso il Corno del Camoscio (3024 m): alla sua sinistra si giunge al Passo dei Salati (con la caratteristica statua dello stambecco), alla sua destra, invece, al Col d'Olen. Anche questo segmento farebbe parte del primo tratto della più classica salita alla vetta del Rosa: per noi è il momento della discesa verso Alagna seguendo il Vallone d'Olen; ...
Per ulteriori informazioni ed iscrizioni contattare info@kailas.it o telefonare allo 02.54108005
I prezzi dei programmi vengono confermati con l'invio del programma dettagliato.

 

Copyright © 1998-2020  Tour Operator DESERTEXPLORERS di proprietà Kailas Srl  .  Via S. d'Orsenigo 5 - Milano IT  .  P.IVA 12427110155
Telefono +39 02 54108005  .  e-mail info@kailas.it  .  Politica aziendale  .  Privacy Policy  .  Cookies Policy  .  Credit