Tour sull' Arco Alpino ...
:: HOME - VIAGGI :: WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Trekking Retico: nel cuore delle Alpi tra 'valli perdute” e imponenti montagne


Livello 4

Un’esperienza nel cuore delle Alpi Centrali, che parte dal Lago di Como e arriva al cospetto dei Giganti di Granito, il Pizzo Badile e il Pizzo Cengalo. Si attraversano 5 valli principali, boschi selvaggi e pascoli isolati, dove il tempo sembra essersi fermato; attraversiamo valichi di montagna, utilizzati dai viandanti e dai contrabbandieri del passato. Scopriamo uno straordinario mondo alpino, fatto di natura, geologia, scroscianti cascate contemplate anche da Leonardo da Vinci; paesi sopravvissuti alla devastazione di gigantesche frane, e che mantengono vive interessanti tradizioni montagnarde, di grande interesse sia storico che gastronomiche. Tocchiamo con mano i segni del passato partendo dall'osservazione dei segni lasciati dalle Età glaciali, percorrendo mulattiere romane, individuando antichi avamposti spagnoli o la presenza di nobiltà elvetiche. La Guida Kailas Nicolas Martinoli, nato e cresciuto tra queste montagne, saprà aprivi la porta di questo "cuore delle Alpi", spesso poco considerato, ma che sa ammaliare tutti coloro che lo scoprono.

Date di Partenza:
13 Luglio,
03 Agosto,
10 Agosto,
14 Settembre,
21 Settembre
Costo del Servizio:
850 €
ISCRIZIONE:   30 €

 

 
LA QUOTA COMPRENDE:
Organizzazione e accompagnamento da parte della Guida Kailas, suo emolumento e sue spese; 4x4 Kailas x trasferimenti ad inizio e fine trekking e per portare borse ed effetti personali le sere del G2, G4 e G6; tutti i pernottamenti in HB (colazione e cena) nelle strutture descritte nel programma, assicurazione assistenza medico-bagaglio di Allianz Global Assistance.
 
 
LA QUOTA NON COMPRENDE:
I pranzi (organizzabili autonomamente o acquistabili in rifugio o in paese), spese di carattere personale; bevande al di fuori dell’acqua e tutto quanto non menzionato alla voce “la quota comprende”.
 
PERCHE' CON KAILAS
Ci muoviamo in un piccolo gruppo, accompagnati dalla Guida Kailas Nicolas Martinoli, geologo e nativo di queste valli. Scopriamo aree poco frequentate, al di fuori dai trekking più famosi delle Alpi Centrali, ma allo stesso tempo scopriamo un territorio di grande fascino, ricco di storie e di geologia da raccontare. Il trekking è organizzato con pernottamenti in rifugio/baite private* (con cena e colazione) in modo da poterci muovere con uno zaino abbastanza leggero. Un 4x4 Kailas ci raggiunge ogni 2 giorni e ci permette un comodo “cambio abbigliamento”.
* Siamo pronti a gestire la logistica con le tende nel caso i decreti non permettano di dormire in rifugio.

 
SCOPRI DI PIU'
TIPOLOGIA: Trekking in ambiente montano selvaggio
GUIDE: La Guida Kailas Nicolas Martinoli, geologo e profondo conoscitore di quest'area
GRUPPO: Minimo 5 e massimo 8 partecipanti
PERNOTTAMENTO: Rifugio e B&B
 
INFORMAZIONI GENERALI:
VIAGGIO di LIVELLO 4 (vedi legenda nell’appendice al programma). Trekking itinerante con zaino in spalla, 7 tappe giornaliere medio-impegnative. Pernottamenti in struttura coperta (baite, rifugi, albergo) con cena.

Sono necessarie tutte le attrezzature richieste (vedi il PDF programma dettagliato)

A causa della continua evoluzione normativa riguardante le restrizioni legate all’emergenza sanitaria causata dal COVID 19 potrebbero essere attuate delle modifiche nella fruizione dei servizi in quanto dovremo adeguarci alle normative di sicurezza che verranno varate e comunicate appena disponibili, provvederemo comunque a contattarti per valutare insieme le possibili modifiche.
 
ITINERARIO IN BREVE:
G1 – Il Tracciolino e la Val Codera. Ore 8.00 – Ritrovo a Verceia e trasferimento con una nostra jeep alla diga di Moledana. Il nostro trekking parte da dove finisce la strada carrabile e inizia il tracciato dei binari a scartamento ridotto del famoso Tracciolino, che appunto corre per 10 chilometri lungo pareti rocciose e gallerie costruite negli anni trenta per collegare la ...

G2 – Bochetta della Teggiola tra i Giganti di Granito. La seconda tappa attraversa prima l’alta Val Codera, arrivando ad ambienti di quote maggiori, praterie e versanti a sfasciumi. Il punto piu’ alto che raggiungiamo è la Bocchetta della Teggiola, 2490 m. Si svalica a questo passo tra la Cima di Codera e i Pizzi dei Vanni, in un paesaggio imponente e selvaggio. Siamo esattamente sul confine tra Italia e Svizzera, circondati da...

G3 – La Pompei delle Alpi, ai piedi delle cascate dell’Acquafraggia. Dopo un’abbondante colazione partiamo per la tappa odierna, che ci porta ad attraversare la stretta e misteriosa Valle Aurosina, il cui nome richiama a leggende legate al ritrovamento di un filone aurifero. Da queste fitte foreste raggiungiamo gli alpeggi di Saranga per poi scendere fino al paese di Borgonuovo di Piuro, sorto sui detriti di una enorme frana che nel 1618 seppelli’ l’antica città di Piuro, snodo commerciale importantissimo del periodo rinascimentale. Dopo uno sguardo agli ...

G4 – Da Savogno alla Val di Lei. Di buon mattino iniziamo la tappa piu’ lunga del nostro viaggio, attraversando i boschi dell’Alpigia si giunge ad una ripidissima prateria che ci conduce al Lago dell’Acquafraggia, riserva d’acqua del torrente omonimo. Siamo ad una quota di 2043 m, all’interno di un circo glaciale formato dal Pizzo Galleggione, la Cima di Lago e il Pizzo di Sommavalle, “Lago”, come è conosciuto questo alpeggio, è anche meta di ...

G5 – Panorama sul “fiordo” delle Alpi. La Val di Lei è resa unica dalla presenza di un lago artificiale lungo 11 km, sviluppatosi per la costruzione di una grande diga idroelettrica nel 1952, nella parte piu’ settentrionale della valle, che ne ha di fatto riempito il fondo. Questo fa in modo che lo scenario che abbiamo di fronte appaia simile a un grande fiordo, in un ambiente che puo’ ricordarci la Norvegia. Partiamo da Pian del Nido dopo colazione tenendoci alti sul versante sinistro della valle, che risaliamo fino alle pareti sottostanti al Monte Mater, alle nostre spalle, in tutta la sua bellezza, c’è il versante Nord del ...

G6 – Dal passo di Niemet a Ferrera. La giornata è interamente dedicata all’attraversata per intero della Val di Niemet: antica via di contrabbando, perché divisa dai due confini. Gia al mattino Svalichiamo in Svizzera lo spartano muretto a secco che funge da confine e scendiamo per pascoli incontrando alcune baite, fino a raggiungere una strada sterrata che in poco tempo ci porta in ...

G7 – Dalle praterie della Val Madris a Soglio. L’ultima tappa, lunga ma spettacolare, ci vede attraversare un’altra grandiosa valle, prima di svalichere di nuovo nella Val Bregaglia. Ci spostiamo quindi di buon mattino da Innerferrera in automobile fornita dalla guida per risalire la Valle di Ferrera e buona parte della Val Madris: una valle glaciale coperta di praterie e pascolo e attraversata da una strada sterrata agricola. Lasciata l’auto alla fine della sterrata entriamo a piedi nella Val da la Presagnoela, risalendola fino all’omonimo passo, a quota 2724. Da qui vediamo l’incredibile ...
Per ulteriori informazioni ed iscrizioni contattare info@kailas.it o telefonare allo 02.54108005
I prezzi dei programmi vengono confermati con l'invio del programma dettagliato.

 

Copyright © 1998-2020  Tour Operator DESERTEXPLORERS di proprietà Kailas Srl  .  Via S. d'Orsenigo 5 - Milano IT  .  P.IVA 12427110155
Telefono +39 02 54108005  .  e-mail info@kailas.it  .  Politica aziendale  .  Privacy Policy  .  Cookies Policy  .  Credit