Weekend ed Escursioni con Guide Kailas ...
:: HOME - VIAGGI :: WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Valle d'Aosta 3 x 3000 m: cavalcando creste a fil di cielo

Date in programmazione:
02 Ottobre,
18 Giugno
Regione:   Valle d'Aosta
Durata:   3 giorni
VALLE D'AOSTA 3 X 3000 m
3 giorni su sentieri e pietraie per salire 3 importanti vette di oltre 3000 metri e con zaino leggero concatenare altre cime di notevole interesse.
Questa esperienza è un trekking per esperti, unico nel suo genere: si svolge su alcune tra le più note montagne di Aosta, in una delle conche glaciali che sono il simbolo dell'andare in montagna per ogni valligiano.

PRENOTAZIONE: L'esperienza viene programmata anche su richiesta per gruppi di almeno 4 persone.

SCHEDA SINTETICA
G1: Dislivello positivo: 1700 m. Dislivello negativo: 1050 m. Difficoltà: E con impegno fisico e un breve tratto EE
G2: Dislivello positivo: 1050 m. Dislivello negativo: 1050 m. Difficoltà: EE
G3: Dislivello positivo: 600 m. Dislivello negativo: 1300 m. Difficoltà: EE


DESCRIZIONE
Il Mont Emilius (3559 m), anticamente chiamato Pic de dix Heures, era il riferimento assoluto della valle centrale e scandiva il tempo con il sole, che lo sfiorava alla decima ora di preghiera. Ospita la ferrata più alta d'Europa e alcune delle più importanti vie di scalata della valle centrale, oltre che uno dei canyon più maestosi del Continente per acqua bianca.

La Becca di Nona (3147 m) ancora oggi conserva il suo antico appellativo e, come suo fratello maggiore, fa parte di un complesso di combe sospese e creste, laghi e cascate, che ospitano boschi di conifere e una fauna ricchissima di biodiversità, simbolo della tradizione alpina.

La Vallettaz (3090 m) è la più lontana delle Becche: celata solo in parte alla vista da Aosta, conserva quell'area di mistero per chi da lontano la scruta, ma è stata oggetto di attenzione nelle ultime decadi, centro nevralgico del sentiero "Panorama", dominando le vallate sino a Cogne. Anch'essa è una casa per camosci, stambecchi e per la fiera avifauna delle Graie.

PROGRAMMA
G1: Si parte alle 9.00 da Pila (1790 m), la nota località alpina, abbandonando subito la parte antropizzata in favore dei sentieri nei profumati boschi di conifere. Si raggiungono dapprima i magnifici pascoli dell'Alpeggio di Chamolé (2152 m) e dopo aver doppiato il colle della Croce, si scende al vallone nascosto di Comboé (2114 m), presso l'Alpe e la canonica. Dopo aver guadato il torrente incontaminato della comba sospesa, si risale il "sentiero delle capre", sino al crinale della Becca di Nona che conduce alla celebre cima (3147 m). Il panorama è unico sulla valle centrale dal Bianco all'imbocco della regione, passando per il Mont Fallere e il Gran Combin. Si scende quindi al bivacco Federigo (2912 m), con spettacolare vista sulla parete nord dell'Emilius e di qui per il sentiero "segreto" si raggiunge il vallone di Arbolle e gli omonimi lago e rifugio (2516 m), pronti per la cena meritata e la doccia calda. (Percorso rosso - Dislivello positivo: 1700 m. Dislivello negativo: 1050 m).

G2: Dopo la gustosa colazione e rinfrancati dalla notte confortevole, si parte per la valle di formazione glaciale, oggi verdeggiante e piena di vita. Si sale dapprima per sentiero e poi per morena sino al Lago Gelato, sovrastati dal Mont Ross e dalla Punta Rossa dell'Emilius. Si procede in senso antiorario sino a guadagnare il colle dei Tre Cappuccini a 3242 metri e si prosegue per larga cresta morenica sino alla vetta del Mont Emilius a 3559 m. Dalla cima il panorama è ancora più spettacolare del giorno precedente: nessuno è più alto al centro della Vallée. Questo è il momento culmine del weekend: per molti sarà il trionfo della propria carriera escursionistica e per alcuni un passo verso le spedizioni intorno al mondo. Il rientro si effettua dalla via di salita, sino al rifugio, oramai la nostra casetta. La cena e la doccia aspettano! (Percorso viola - Dislivello positivo: 1050 m. Dislivello negativo: 1050 m)

G3 Dopo un'altra eccellente colazione si parte lasciando il rifugio e salendo il breve sentiero che conduce al col di Chamolé (2641 m) agevolati da qualche mancorrente. Dopo aver fruito dell'affascinante vista sul Col Replan, i laghi e i valloni sospesi, si prosegue sul sentiero ripido che guadagna la Cresta Nera sino ai 2820 m della croce sulla guglia. Con stupore si gode del plateau sommitale e si cammina a sud, attaccando il crinale roccioso della punta di Belle Face a 2959 m. Si continua su cresta morenica, con qualche passo davvero divertente, sino alla cuspide di vetta della Pointe Vallettaz a 3090 m. Dopo la meritata sosta si ritorna indietro sino alla Cresta Nera e per "traccia segreta" e isolata, si scende sino alla copia bronzea del celebre Cristo di Mario Stuffer. Il percorso continua quindi sino al lago di Chamolé, che stimolò la fantasia nostalgica di molti valligiani e per magici boschi si raggiunge l'Alpe omonimo. Dalla struttura si rintraccia il sentiero di rientro per la famosa single track numero uno o per la pista dei Fagiani sino a Pila, per l'agognata birra finale! (Percorso fucsia - Dislivello positivo: 600 m. Dislivello negativo: 1300 m)

La guida ha illustrato con semplicità nei tre giorni ogni aspetto del percorso: antropologia, storia dell'alpinismo, botanica e geologia, etnografia e storia della vallata. Adesso giunge il momento di festeggiare l'esperienza!


LE ALPI GRAIE
Le Alpi Graie sono una sezione delle Alpi, appartenenti al grande settore delle Alpi Nord-Occidentali, che si sviluppano sino al Monte Bianco. Il clima e le caratteristiche da alta montagna ne fanno una delle culle dell'Alpinismo in ogni sua forma.

EQUIPAGGIAMENTO
Viene fornita dalla guida una lista sintetica di materiale. Si viaggia con uno zaino leggero con una capienza entro i 25-30 litri.

Note: Il tour è impegnativo soprattutto dal punto di vista fisico e presenta tratti tecnici ad alta quota, pur nell'ambito dell'escursionismo avanzato: i percorsi potranno essere variati a seconda delle condizioni atmosferiche per questioni di sicurezza.

Impegno / difficoltà:   EE Escursionismo Esperti (Sentieri, morena e roccette)
Costo:   200 € comprensive di spese della guida
Comprende:   Accompagnamento, approfondite spiegazioni e organizzazione da parte della Guida, suo emolumento e sue spese.
Non comprende:   2 pernottamenti in Rifugio con servizio HB (colazione e cena) in camere multiple con servizi in comune (50 € cad)
Pranzi acquistabili in rifugio. Spese di carattere personale, bevande al di fuori dell’acqua, trasferimenti e tutto quanto non menzionato alla voce “la quota comprende”. Chi non utilizza il proprio sacco a pelo può affittare lenzuola e coperte in rifugio (10 €). Oltre ai servizi è possibile utilizzare la doccia calda (3 €)
Numero partecipanti:   da 4 a 6
Periodi di fattibilità:   da agosto a settembre
Ritrovi:   Ore 9 parcheggio medio di Pila (sotto biglietteria presso la scala metallica)
Accompagnatore:   Christian Roccati, responsabile Extreme Team, guida Kailas e ambientale
Informazioni & iscrizioni:   christian@kailas.it

 

Copyright © 1998-2020  Tour Operator DESERTEXPLORERS di proprietà Kailas Srl  .  Via S. d'Orsenigo 5 - Milano IT  .  P.IVA 12427110155
Telefono +39 02 54108005  .  e-mail info@kailas.it  .  Politica aziendale  .  Privacy Policy  .  Cookies Policy  .  Credit