Viaggi nell' Italia appenninica ...
:: HOME - VIAGGI :: ESCURSIONI / WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Alla scoperta della Campania con l’archeologo: Pompei, Ercolano, penisola Sorrentina e il golfo di Salerno


Livello 1
Talvolta la maestosa potenza della natura ci ricorda quanto siamo impotenti al suo confronto. Pompei e i siti vesuviani ci sono stati tramandati nei millenni dalla devastante forza del Vesuvio: una catastrofe sconvolgente che ha cambiato per sempre questa parte d'Italia. Diverse invece le vicende della penisola sorrentina, dove la natura è da sempre stata complice dell'uomo. Il mare, alleato insostituibile, ha permesso la fioritura di repubbliche marinare come Amalfi, mentre i monti Lattari hanno accolto e protetto numerosi borghi incastonati da secoli nelle loro ripide insenature, regalandoci primizie uniche al mondo. Infatti, i limoni e le erbe medicali, oppure ancora la carta, sono da quasi un millennio i prodotti tipici della penisola sorrentina. Il nostro viaggio parte da qui, dalla consapevolezza del territorio che andremo a visitare, in cui la storia, l'archeologia e la natura sono tuttora protagoniste assolute. Preparatevi a partire, durante questa avventura saremo spettatori e al contempo protagonisti di Culture e tradizioni diventate universali.
SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO
DATE DI PARTENZA
24 Aprile,
01 Maggio,
29 Maggio,
11 Settembre,
02 Ottobre,
30 Ottobre
COSTO DEL SERVIZIO
da € 1.570
vedi dettagli
VOLO
Volo a/r aeroporto di Napoli; diverse possibilità a seconda dell’aeroporto di partenza. E’ anche possibile arrivare in treno e raggiungere l’aeroporto in autonomia.
ISCRIZIONE
€ 50 (pratiche ufficio).
PERCHE' CON KAILAS
Viaggio esclusivo, con un piccolo gruppo di massimo 8 partecipanti, accompagnati da una Guida Kailas laureata in archeologia ed esperta di queste aree. Scopriamo così in modo magnifico ed esclusivo i più interessanti aspetti storici e archeologici di questo territorio con facili spiegazioni e con belle passeggiate. È un viaggio comodo dove si dorme sempre in Hotel/B&B situati, scegliendo di volta in volta i ristoranti più interessanti dove assaggiare la cucina tradizionale.
 
  • Coinvolgiamo direttamente strutture a gestione familiare cercando di facilitare l’economia locale.
  • L’uso di un unico mezzo di gruppo per 8 persone genera un minor impatto, in termini di emissioni e di traffico, rispetto allo stesso itinerario effettuato privatamente con tante macchine.
  • Ci muoviamo spesso a piedi cercando per quanto possibile di ridurre il nostro impatto sul territorio.
  • Con una Guida Kailas esperta dell’ambiente, promuoviamo una cultura scientifica ed ecologica consapevole di quello che si osserva, per non fermarsi ad un'esperienza puramente estetica del paesaggio. Secondo noi imparare e conoscere l’ambiente, aiuta ad apprezzarlo e a rispettarlo.
SCOPRI DI PIU'
TIPOLOGIA: Archeologia e tradizioni
GUIDE: Guida Kailas laureata in archeologia, esperto dell’itinerario e specializzato nello studio dell’epoca imperiale Romana.
GRUPPO: Partenza programmata per minimo 6 e massimo 8 partecipanti.
PERNOTTAMENTO: Hotel B&B in camere doppie
 
INFORMAZIONI GENERALI:
Il periodo migliore per visitare la Campania e località balneari come la Costiera Amalfitana è in primavera (aprile o maggio), prima dell'inizio della stagione estiva, o a fine estate (settembre e ottobre), quando le temperature sono piacevoli ed è meno affollato.
Città famose come Positano e Amalfi vengono assalite in estate (soprattutto luglio e agosto), quindi è meglio aspettare che la folla si sia diradata. A settembre e persino a ottobre fa ancora abbastanza caldo per fare il bagno. Vale anche la pena notare che molti hotel chiudono intorno alla fine di ottobre o all'inizio di novembre e non riaprono fino a Pasqua. Le temperature nel sud rimangono miti in inverno. Sebbene sia bassa stagione e alcune attrazioni abbiano orari di apertura limitati, è comunque un momento piacevole per esplorare molti dei siti storici del paese.
 
ITINERARIO IN BREVE:
G1 Volo per Napoli e ritrovo con la Guida Kailas. Ritrovo con la Guida Kailas all’aeroporto di Napoli entro le ore 11.00, trasferimento a Pompei e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio raggiungiamo Oplontis, la cosiddetta “Villa di Poppea”. ...

G2 Ercolano e il Parco Nazionale del Vesuvio. Dopo la colazione andiamo a Ercolano, anch’esso sito UNESCO per il suo stato di conservazione unico, che non ha paragoni nemmeno nella la vicina Pompei. Oltre 16 metri di cenere vulcanica hanno completamente ricoperto la città durante l’eruzione del 79 d.C., che ne hanno permesso la conservazione di case, negozi, templi, cibi, arredamento, ori e gioielli… un vero tuffo nella storia, accompagnati “per mano” dal vostro archeologo. Dopo pranzo saliamo al Parco Nazionale del Vesuvio, per una breve camminata nell’area protetta ...

G3 Pompei, cronaca di una tragedia. Pompei è uno dei siti archeologici più visitati al mondo, perché offre ai visitatori la possibilità di visitare un’intera città Romana completamente conservata, anch’essa sito UNESCO. A differenza di Ercolano, qui l’eruzione non ha preservato materiali organici, ma la città è stata quasi completamente portata alla luce. Si possono visitare infatti teatri, l’anfiteatro dove combattevano i gladiatori, numerosi templi e una miriade di stupende dimore riccamente affrescate. ...

G4 Sorrento la romantica. In mattinata visitiamo il centro di Sorrento, le cui vie principali ricalcano ancora cardi e decumani dell’antica colonia Romana. La sua origine però è di gran lunga più antica e ha visto un susseguirsi di dominazioni e di culture profondamente diverse, che ne hanno modificato ogni volta l’aspetto. Così Goti, Vandali, Normanni, Aragonesi e molti altri hanno generato la città che molti autori ricordano come la “terra dei colori”, “delle sirene”, “dei giardini”, ...

G5 Capri e la “Dolce Vita”. Da Sorrento l’aliscafo collega Capri in circa 30 minuti, attraccando alla Marina Grande. La visita dell’isola comincia qui e sarà estremamente varia ricorrendo all’uso di diversi mezzi di trasporto: seggiovia, funicolare, barca, minibus e Ape-Calessino decapottabile! L’isola è in gran parte pedonale, pertanto escludendo i mezzi pubblici, ci si sposta solamente a piedi. Le attrazioni molto celebri hanno ricevuto una notorietà mondiale negli anni ’50, simbolo per eccellenza della “Dolce Vita”. Imperdibili la Grotta Azzurra, la Piazzetta, la cittadina di Anacapri e le ville imperiali Romane, tra cui Villa Jovis e Damecuta. Rientro in serata a Sorrento, pernotto. BB

G6 Castellammare di Stabia e le spettacolari ville Romane. Da Sorrento un breve spostamento ci permette di raggiungere il sito di Stabiae (Castellammare di Stabia) dove visitiamo l’importante complesso di antiche ville Romane, molto note per il loro affaccio panoramico sul Golfo di Napoli e per il loro grado di opulenza assolutamente unico, paragonabili alle famose ville imperiali di Roma. ...

G7 La Penisola Sorrentina, tra Borghi e Repubbliche Marinare. Lasciamo Sorrento per dirigerci verso Salerno, percorrendo tutto il perimetro della penisola su cui ci troviamo. La prima tappa è Positano (sito UNESCO), una conca simile a una conchiglia coloratissima, tra cui distinguiamo il bianco, il rosa e il giallo delle residenze che costellano i verdi monti Lattari, a strapiombo su spiagge argentee, bagnate da un mare blu cobalto. Una delle tappe più eleganti del nostro viaggio, ...

G8 Alla scoperta di Salerno, la medica. Durante la mattina visitiamo il pregiato centro storico di Salerno, in cui si dipanano vicoli caratterizzati da tratti medievali, edifici che trasudano storia e selciati in pietra lavica. La frizzante e ricca cittadina offre moltissimi spunti di visita, dal Museo Archeologico agli Orti Cinti (Giardino della Minerva), ricchi di spezie e erbe esotiche. Salerno ha dato origine a una delle università più antiche d’Europa, ...

G9 La Magna Grecia a Paestum. In mattinata visita della sublime Paestum, il cui Parco Archeologico di recente ha incluso anche la vicina Velia. Moltissimi visitatori nel ‘700 hanno visitato le rovine, grazie alla bellezza dei suoi templi Greci in stile dorico perfettamente conservati. Tra i molti anche J. W. Goethe scrisse della superba imponenza delle strutture, che schiacciano sotto la loro magnificenza chi le osserva. Da questo sito, importantissimo per lo sviluppo della ricerca archeologica mondiale, provengono numerose testimonianze del passato, ...



SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO
RICHIEDI INFORMAZIONI
Potrebbe interessarti anche...