... Viaggi in Ladakh e Kashmir ...
:: HOME - VIAGGI :: ESCURSIONI / WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Dal Kashmir al Ladakh, trekking attraverso l'Himalaya


Livello 4
Kashmir e Ladakh sono divisi dallo spartiacque dell’Himalaya e sembrano appartenere a due mondi diversi, con le loro differenze etniche, religiose, climatiche e paesaggistiche. Con questo itinerario entriamo in contatto con entrambe le realtà, dedicando molto tempo all’esplorazione lenta, che culmina nello splendido trekking attraverso i grandi passi a 5000 metri. Dalla quotidianità galleggiante che solca il dedalo di canali e laghi su cui è costruita Srinagar, fino al mondo Buddhista tibetano sopravvissuto all’influenza dei potenti vicini lungo la valle dell’Indo. Raggiungiamo infine il Ladakh, un paese che si è aperto al resto del mondo solo mezzo secolo fa, svelandoci un mondo fatto di piccoli villaggi a 4000 metri di quota, monasteri arroccati lungo le rive di impetuosi torrenti, gente semplice e curiosa che segue le proprie tradizioni all’ombra di cime di 6000 metri.
SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO
In programmazione per il 2021
COSTO DEL SERVIZIO
€ 2.550
COSTO DEL VOLO
da € 800
QUOTA ISCRIZIONE
€ 50 (pratiche d'ufficio)
PERCHE' CON KAILAS
Si viaggia con un piccolo gruppo di massimo 12 partecipanti accompagnati da una Guida Kailas (italiana laureata in scienze-geologia) che ci aiuta a scoprire i più interessanti aspetti geologici e culturali. Il nostro itinerario segue una linea ancora poco frequentata e si prefigge di riproporre le atmosfere delle nostre prime esperienze in Ladakh, quando ogni accampamento era circondato dal silenzio e ogni villaggio incontrato destava lo stupore e la curiosità reciproca, tipici degli incontri saltuari e inaspettati.
 
  • Coinvolgiamo direttamente strutture a gestione familiare per sostenere direttamente l’economia locale e per la logistica ci affidiamo direttamente alla popolazione.
  • Ci muoviamo spesso a piedi promuovendo un turismo lento e cercando per quanto possibile di ridurre il nostro impatto sul territorio.
  • Con una Guida Kailas esperta dell’ambiente, promuoviamo una cultura scientifica ed ecologica consapevole di quello che si osserva, per non fermarsi ad un'esperienza puramente estetica del paesaggio.
Covid-19
SICUREZZA IN VIAGGIO
SCOPRI DI PIU'
TIPOLOGIA: viaggio itinerante con 6 giornate di trekking
GUIDE: Guida Kailas, naturalista o geologo + una Guida locale parlante inglese
GRUPPO: Partenza programmata per minimo 8 e massimo 12 partecipanti.
PERNOTTAMENTO: houseboat, hotel, campi con tende durante il trekking
 
INFORMAZIONI GENERALI:
Il Kashmir, trovandosi a sud dell’Himalaya, in estate subisce l’influsso smorzato del monsone, con clima umido e possibili piogge, anche se generalmente non intense e frequenti.

In estate il clima in Ladakh è particolarmente favorevole. Buona parte delle perturbazioni monsoniche esauriscono la propria forza contro l’Himalaya, scaricano tutta l’umidità e portano aria secca verso gli altopiani a nord della grande catena montuosa. Bel tempo per la maggior parte delle giornate con 20°/25°C di giorno e 12°/15° di notte. Pioggia non frequente, ma possibili acquazzoni intensi, con neve in alta montagna

Da un punto di vista geologico, attraversando trasversalmente l’Himalaya, abbiamo la possibilità di osservare molti elementi che ci aiutano a capire la storia della più grande catena montuosa al mondo. Durante le escursioni tocchiamo con mano per esempio le rocce dell’antico fondale oceanico che divideva India ed Asia, i fondali del mare che si stava formando mentre l’India si avvicinava, e i graniti che testimoniano lo scontro ancora in atto, tra le due grandi placche.

Uno degli elementi più interessanti è la grande varietà religiosa e culturale con cui entriamo in contatto nel corso del viaggio: dal mondo induista di Delhi voliamo verso la terra sunnita del Kashmir, dove i tratti somatici rivelano l’influenza caucasica. Da qui ci spostiamo a nord dell’Himalaya nell’enclave sciita di Kargil, prima di approdare al mondo buddhista tibetano dell’alta valle dell’Indo, dove invece i tratti somatici rivelano l’influenza mongola.
 
ITINERARIO IN BREVE:
G1 Volo Milano – Delhi. Notte in aereo.

G2 Primo assaggio della vita indiana. Arrivo a Delhi, trasferimento in città a New Delhi e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita del centro storico di Old Delhi.

G3 I laghi del Kashmir - Volo interno per Srinagar, capitale del Kashmir e centro storico del mondo Moghul tra le valli dell’Himalaya.Sistemazione in una bellissima houseboat (casa galleggiante) sul lago. Prima escursione sul lago con le tipiche canoe, ...

G4 Mercati galleggianti e giardini Moghul. Sveglia prima dell’alba per raggiungere in canoa il “mercato galleggiante”, dove decine di canoe trasportano e vendono i prodotti ortofrutticoli locali, illuminate dalle prime luci del giorno. Dopo il mercato ...

G5 Natura e ghiacciai dell'Himalaya. Lasciamo il Kashmir inoltrandoci con il minibus lungo le valli dell’Himalaya in direzione del valico Zoji La. Sulla strada si incontrano i nomadi Gujar, che si muovono verso i “campi alti” dove allevano le greggi per produrre la famosa pashmina e i filati del Kashmir. Ci fermiamo nel piccolo centro turistico di Sonamarg, ...

G6 Dal Kashmir al Ladakh. Oggi attraversiamo la spettacolare strada che valica lo Zoji La, ad oltre 3500 metri, dove si aprono i panorami sulle montagne che dividono le catene dell’Himalaya e del Karakorum, ed entriamo in Ladakh. ...

G7 La valle degli Arii e il Ladakh Range. Una giornata a piedi, per scoprire questo interessante mondo rurale, camminando tra oasi di albicocchi, mandorli, campi di orzo e villaggi abitati dall’etnia dei Dardi di Dah, un popolo di origine caucasica di religione buddista. Si tratta di un’occasione straordinaria ...

G8 Tra le montagne dello Zanskar..si parte per il trekking. Abbandoniamo la valle dell’Indo in direzione sud per avvicinarci finalmente al territorio montuoso dello Zanskar Range, costituito da una geologia completamente differente: rocce che un tempo formavano un antico mare e che oggi rendono il paesaggio ricco di colori e di picchi rocciosi dalle forme anche bizzarre. ...

G9 A piedi tra vallate silenziose e vette impressionanti. Dopo aver dedicato ancora un po’ di tempo alla visita del villaggio e dell’antico monastero di Kanji, usciamo dalla civiltà attraversando dapprima i campi di orzo e quindi un piccolo canyon. Qui la geologia è entusiasmante, ricca di strati di roccia dai colori differenti che ci raccontano la nascita di queste montagne. Raggiungiamo un alpeggio di alta quota, dove i pastori nomadi allevano yak ...

G10 Il valico Yogma La (4700 metri). Oggi si sale a quote decisamente più elevate e questo ci permette di allungare lo sguardo su panorami sempre più ampi. Raggiunto questo spettacolare passo di montagna, ricco di bandierine di preghiera, ...

G11 Il valico Nigutze La (5100 metri). Oggi superiamo i 5000 metri di altitudine. L’escursione parte su dolci pendii che attraversano alpeggi e praterie, con un panorama maestoso sull’ampia valle e sullo stretto canyon sottostante. Abbiamo tutto il tempo per goderci l’ambiente ricco di colori e per fare fotografie. ...

G12 La valle di Spang e le vette innevate del Chomotang. È così un peccato abbandonare queste valli che vale la pena trascorrere ancora qualche ora per esplorare la zona. Dal campo ci addentriamo verso la valle dello Spang, per gustarci ancora una volta i tipici paesaggi himalayani in una valle remota e silenziosa, coronata da ghiacciai e cime che superano i 6000 metri, il gruppo del Chomotang, tra i più alti e selvaggi della ZanskarRange. ...

G13 Il canyon di Hanupatta, un villaggio incastonato tra le rocce. La mattina è tutta in discesa, una facile tappa lungo una strada carrabile che prima attraversa il piccolo e grazioso villaggio di Hanupatta e quindi entra in uno stretto canyon che ci regala paesaggi ancora in grado di sorprenderci. ...

G14 Paesaggio lunare per raggiungere Lamayuru. L’ultima tappa del trekking ci permette di conoscere la valle di Lamayuru e il suo paesaggio lunare, un luogo suggestivo ma generalmente degnato da molti turisti solo di una sosta di pochi minuti. Saliamo verso il Prinkti La, a 3700 metri, ...

G15 Monastero di Alchi, maestranze kashmire per templi buddhisti. Da Lamayuru scendiamo una tortuosa e scenografica valle fino a ritrovare la valle dell’Indo. Ci fermiamo a visitare il complesso monastico di Alchi, che conserva gliunici esempi esistenti di monasteri buddisti costruiti da artigiani Kashmiri: strutture non imponenti, circondate da giardini e costruite quasi completamente in legno e stucchi. ...

G16 Leh, capitale del Ladakh e i monasteri fortezza. Dedichiamo l’ultima giornata agli imponenti monasteri fortezza che dominano la valle dell’Indo. In particolare in mattinata visitiamo i monasteri di Shey e Thikse, bellissimi esempi di architettura tibetana: ...

G17 Trasferimento in aeroporto, volo interno e coincidenza con il volo internazionale per l’Italia (valido solo per la partenza del 28 luglio). Per la partenza
del 11 luglio e del 15 agosto invece, trasferimento in hotel a Delhi e tempo libero. Cena libera e pernottamento in hotel.

G18 Trasferimento in aeroporto e volo di rientro per l’Italia.

SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO
RICHIEDI INFORMAZIONI
ladakh
Potrebbe interessarti anche...